eventi arte - fiere arte - news arte - link arte eventi arte - fiere arte - news arte - link arte eventi arte - fiere arte - news arte - link arte
AGDesign - Creazione nuove soluzioni e Restiling siti web
eventi arte - fiere arte - news arte - link arte
Home Page

Servizi Web

L'arte Fantastica di Bruno Di Maio
L'arte Fantastica di Bruno Di Maio
Opere d'arte fantastica, nature morte, nudi e molto ancora nell'archivio di opere di questo artista
www.brunodimaio.it
Sezione dedicata agli eventi segnalati dai visitatori di Arte Globale

FIORI DEI MEDICI - Dipinti dagli Uffizi e dai Musei fiorentini

10/07/2005 - 08/01/2006
Città: Terlizzi (Bari)
Indirizzo: Pinacoteca Comunale De Napoli

DESCRIZIONE EVENTO:

Sono gli ultimi giorni per ammirare i dipinti provenienti dagli Uffizi, dalle Gallerie dell'Accademia, Palatina e di Palazzo Pitti ed esposti eccezionalmente alla Pinacoteca Comunale De Napoli di Terlizzi: capolavori italiani e stranieri compresi tra metà Seicento e il primo Settecento.

Una mostra per tutte le stagioni: ecco che cosa intende essere "Fiori dei Medici" promossa dal Comune di Terlizzi , dallla Provincia di Bari, dalla Regione Puglia e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino, prodotta e organizzata da Arthemisia che si terrà nella Pinacoteca Comunale M. de Napoli di Terlizzi (Città dei fiori) dal 11 luglio al 30 ottobre 2005.

Una coloratissima passeggiata che esibisce eccezionalmente ventinove dipinti abitualmente conservati nei depositi di Palazzo Pitti e degli Uffizi, un'occasione unica per ammirare capolavori italiani e stranieri compresi tra metà Seicento e primo Settecento, una rassegna significativa del gusto della dinastia più appassionata di collezionismo floreale, in senso anche letterale (pensiamo ai superbi giardini di Boboli e delle ville medicee), che ha lasciato uno straordinario patrimonio artistico ancora oggi oggetto di meraviglia, di scoperte critiche e di indagini botaniche.

La mostra privilegia le collezioni fiorentine pubbliche dalle quali proviene la maggior parte dei dipinti esposti. Si tratta di una scelta di 29 opere di alta qualità, imperniata sul gusto mediceo nell'arco del XVII secolo, che rispecchia la grande fortuna di cui godette la raffigurazione di floralia (dal titolo della prima importante mostra sul tema), e il vasto ambito di scuole - dagli artisti fiamminghi e olandesi, ai pittori romani e napoletani - che fu attivo nell'illustrazione di questo sfolgorante genere di 'natura viva'.

Il fiore dunque non solo come abitante del giardino e colorita presenza nella dimora antica e moderna; ma come allegoria e simbolo, o riprodotto in forma didattica in svariati materiali, o accessorio dell'abbigliamento femminile e maschile, ‘protagonista' di preziosi tessuti e paramenti ecclesiastici, soggetto ora di trattazioni scientifiche, ora di composizioni poetiche; attributo carico di significati nella raffigurazione di Santi; complemento gagliardo o romantico della ritrattistica; testimone di tradizioni culturali e popolari; oggetto di collezionismo dei potenti e preda di conquista in paesi lontani ed esotici; recipiente di allusioni di purezza e, anche, complice di amorosi intrecci.

Le brillantissime tele di Carlo Dolci, Mario dei Fiori, Bartolomeo Bimbi, Margherita Caffi, sovente inquadrate in cornici coeve che sono veri capolavori di intaglio e di ebanisteria; le ghirlande fastose di Andrea Scacciati, Giovanni Stanchi, Nicolas Houbracken sono un avvincente messaggio da Firenze, la città del giglio, del quale oggi la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino, promotrice dell'esposizione insieme con Arthemisia, ci consente la privilegiata visione.

Il catalogo edito da Silvana Editoriale, contiene elaborate schede storico-artistiche unitamente ad un'indagine sistematica su tutte le varietà floreali rappresentate nei dipinti.

Una coloratissima sequenza di dipinti floreali; una rassegna significativa del gusto della dinastia più appassionata di collezionismo floreale, in senso anche letterale (pensiamo ai superbi giardini di Boboli e delle ville medicee), che ha lasciato uno straordinario patrimonio artistico ancora oggi oggetto di meraviglia, di scoperte critiche e di indagini botaniche.
 
ORARIO NELLE FESTE NATALIZIE
La mostra sarà aperta il 24 dicembre, chiusa il 25 dicembre, aperta il 26 dicembre, chiusa il 1 gennaio 2006.
Tutti gli altri giorni fino all'8 gennaio 2006 sarà visitabile SU PRENOTAZIONE telefonando al numero 080 3542836 (sede mostra).
 
Per accrediti e informazioni
Ufficio stampa
Arthemisia
Milano C.so di Porta Nuova, 16 - 20121  Milano
Tel. 02.6596888 fax 02.6598300 press@arthemisia.it
Cinzia Manfredini cell. 348.4007208 e-mail: cm@arthemisia.it
Alessandra Zanchi cell. 349.5691710 e-mail: az@arthemisia.it

 


Realizzazione ArteGlobale Design - Tutti i diritti sono riservati
Visione Consigliata a 1024 x 768 pixel - Ottimizzato per Microsoft Internet Explorer®